dieta cheto Il dizionario essenziale per iniziare!

Keto Diet, la guida definitiva per capirla, con un dizionario completo sui principali termini necessari per portarla a termine con successo.

Olio MCT.

Gli acidi grassi MCT sono acidi grassi a catena media. È l’olio meglio assorbito dall’intestino umano. L’integrazione con olio di cocco MCT è particolarmente raccomandata per gli atleti e le persone con una maggiore attività fisica.

digiuno intermittente

Il digiuno intermittente consiste nell’alternanza di periodi di digiuno con periodi di consumo di cibo. Esistono diversi tipi di digiuno intermittente, il più noto è il digiuno 16/8 (16 ore senza mangiare e mangiare entro 8 ore), il digiuno 24 e il digiuno 48, anche se ce ne sono anche altri come il 12/12 o il digiuno del monaco chi ha 36 ore.

Zucchero.

È il tipo più semplice di carboidrati. Si trova naturalmente in alcuni alimenti, come frutta, verdura, latticini. Troviamo fruttosio, saccarosio e lattosio. Questi aumentano i livelli di glucosio nel sangue, quindi devi tenerne traccia durante la dieta cheto.

amidi

È un carboidrato complesso di origine vegetale. L’amido si trova in: ortaggi, frutta, cereali e farine, legumi. L’amido aumenta anche i livelli di zucchero nel sangue.

Caffè antiproiettile:

È il frutto dell’ingegnere e biohacker californiano Dave Asprey, che dopo anni di test ha combinato gli ingredienti per ottenere questa formula. È un mix di caffè, due cucchiai di grasso organico a basso contenuto di grassi e latte di mucca nutrito con erba e quello che chiama “Olio di ottano cerebrale”, un olio di cocco autoarricchito. In questo modo ottieni una bevanda con più di 400 calorie, un caffè denso, ricco di grassi sani e caffeina, la formula chetogenica per ottenere energia senza assumere carboidrati.

carboidrati.

I carboidrati sono gli zuccheri, gli amidi e le fibre che si trovano letteralmente in quasi tutto ciò che mangiamo. La sua funzione principale è quella di creare energia. Quello che fa il tuo corpo è convertire i carboidrati in glucosio in modo che possa essere utilizzato per produrre energia. Se il tuo corpo sta usando il glucosio, non sta usando il grasso, e questo significa che siamo in chetosi.

Carboidrati netti.

È un’unità di misura utilizzata nella dieta chetogenica che assegna un valore solo ai carboidrati di un alimento che aumentano i livelli di zucchero nel sangue. Ci sono 3 tipi di carboidrati, solo due di loro aumenteranno la nostra glicemia, zuccheri e amidi. La fibra, anche se è un carboidrato, non viene assorbita dall’organismo e non fa aumentare la glicemia, lo stesso accade con i polialcoli.

Carico glicemico.

È una formula matematica che tiene conto dell’IG degli alimenti, dei carboidrati netti per alimento e delle dimensioni della porzione. Gli alimenti con risultato maggiore di 20 sono considerati alimenti ad alto carico glicemico e quelli con risultato di 10 basso carico glicemico.

Ci sono alimenti che non sono considerati “alimenti chetonici” ma hanno un basso carico glicemico e non ti espelleranno dalla chetosi.

Chetosi.

Lo stato in cui il corpo entra quando i cibi a base di carboidrati non vengono consumati e i livelli di zucchero nel sangue, così come le riserve di fegato, sono esaurite. Le cellule usano i grassi per ottenere l’energia di cui hanno bisogno.

corpi chetonici.

Sono piccole molecole di carburante o energia che il tuo corpo crea dal grasso immagazzinato o consumato quando la glicemia è bassa. I chetoni possono essere creati in molti modi, con una dieta a basso contenuto di carboidrati, con digiuni, con sessioni sportive.

Chetosi nutrizionale.

Quando la quantità di chetoni nel sangue raggiunge un livello significativo. È il minimo che ogni persona che segue una dieta cheto vuole raggiungere. La quantità è di 0,5 mmol/L di beta-idrossibutirrato, che può essere misurata con un emometro o con strisce di urina.

chetoni.

Sono molecole che il tuo corpo produce dalla scomposizione del grasso per il carburante quando digiuni per molto tempo o le tue riserve di glucosio sono basse.

chetoni esogeni.

È un modo per aumentare i livelli di chetoni nel tuo corpo attraverso l’assunzione di un integratore. Non sono necessari per la dieta Keto, ma aiutano a mantenerti sazio e sono una buona fonte di energia.

collagene.

È un integratore utilizzato per stimolare la produzione di collagene nel corpo, aiutando così a migliorare l’aspetto della pelle, rinforza le articolazioni, le unghie, le ossa e i capelli.

Dieta chetogenica.

La dieta chetogenica è un piano alimentare a basso contenuto di carboidrati, proteine ​​​​moderate e ricco di grassi. Riducendo l’assunzione di carboidrati, il tuo corpo inizia a utilizzare i grassi invece del glucosio per produrre energia.

Elettroliti.

È un integratore che contiene sali minerali per prevenire l’influenza cheto e la disidratazione.

Eritritolo.

L’eritritolo è un alcol zuccherino naturale fermentato da zuccheri e si trova in molte verdure e frutta. È dolce al 70% come lo zucchero. La caratteristica principale di questo popolare prodotto è il suo basso valore calorico.

Glutine.

Il glutine è una proteina nutriente, ma è anche alquanto indigeribile e spesso provoca gonfiore. Il motivo non è altro che il nostro corpo non dispone degli enzimi necessari per digerirlo completamente e sono proprio quei piccoli pezzi non digeriti che possono causare problemi intestinali. Ecco perché così tante persone mangiano cibi cheto senza glutine.

cheto influenza.

L’influenza cheto non è altro che l’insieme dei sintomi di disagio, simili a quelli visti nell’influenza, che compaiono in molti individui all’inizio di una dieta cheto. I sintomi includono: mal di testa, malessere, vertigini, dolori muscolari o articolari e nausea. Di solito viene eliminato assumendo elettroliti.

Ghe.

Conosciuto come burro chiarificato, è un buon sostituto dei grassi che non contiene lattosio. Ha 0 carboidrati e non brucia alle alte temperature, come nel caso dell’olio o del burro.

Indice glicemico.

È un sistema di punteggio che assegna valori agli alimenti a seconda di quanto velocemente o lentamente provocano un aumento della glicemia. Gli alimenti con un alto indice glicemico rilasciano rapidamente glucosio. Quelli con un basso indice glicemico rilasciano glucosio lentamente e costantemente.

cheto.

Keto è l’abbreviazione della parola inglese “ketogenic”, che in spagnolo si traduce come chetogenica. Si basa sull’induzione di uno stato di chetosi, cioè lo stato in cui l’organismo, dopo aver bruciato tutti gli zuccheri disponibili, inizia a bruciare i grassi.

Macro.

I macronutrienti sono grassi, proteine ​​e carboidrati. La % usa come riferimento la quantità di calorie che consumi, di cui il 75% di grassi, il 20% di proteine ​​e il 5% di carboidrati.

Metabolismo.

Il metabolismo è l’insieme delle reazioni chimiche che avvengono nelle cellule del corpo per convertire il cibo in energia. Il nostro corpo ha bisogno di questa energia per tutto ciò che facciamo, dal movimento al pensiero alla crescita.

Misuratore di chetoni.

È un sistema per valutare la quantità di chetoni che il tuo corpo sta generando e quindi ti dice se sei in chetosi o meno. Possiamo trovare 3 sistemi, misuratore di urina; consigliato per chi è nuovo alla dieta cheto, al misuratore dell’alito e al misuratore del sangue; consigliato quando si fa la dieta cheto a lungo termine.

Obesità.

L’obesità è una malattia complessa che consiste nell’avere una quantità eccessiva di grasso corporeo. L’obesità non è solo un problema estetico. È un problema medico che aumenta il rischio di malattie e problemi di salute, come malattie cardiache, diabete, ipertensione e alcuni tipi di cancro. Anche una circonferenza della vita negli uomini maggiore o uguale a 102 cm e nelle donne maggiore o uguale a 88 cm è considerata un segno di obesità.

Polialcol.

È un carboidrato artificiale che viene utilizzato per addolcire gli alimenti trasformati senza aumentare i livelli di glucosio nel sangue. Sono anche dolcificanti a basso contenuto calorico. Questo accade in questo modo perché attraversa il corpo senza essere assorbito e senza aumentare il livello di glucosio nel sangue, quindi non ti porterebbe fuori dalla chetosi. Consumato in eccesso può causare flatulenza. Tra questi c’è l’eritritolo.

Proteine ​​del siero di latte.

È una polvere da aggiungere a bevande o ricette, ricca di proteine ​​del siero di latte, con effetto saziante e che aiuta lo sviluppo muscolare.

Psillio.

È un dolcificante naturale, da buccia di banana biologica in polvere.

Stevia.

La Stevia (Stevia rebaudiana) è una pianta originaria del Paraguay che viene utilizzata come sostituto dello zucchero. Gli indigeni del Paraguay usavano questa pianta già nel XVI secolo per addolcire bevande e medicinali.

Aceto di mele.

Disintossica, calma la fame, regola il PH del corpo e ha dimostrato di regolare i livelli di glucosio nel sangue. Gli esperti raccomandano di assumere un cucchiaio di aceto di mele 15 minuti prima dei pasti.