Come la dieta chetogenica può influenzare la tua libido

La riduzione della libido è comune quando invecchiamo ed è più comune dopo i 30 anni. Il desiderio sessuale inferiore può influire negativamente sulla qualità della vita di uomini e donne. Discuteremo le cause della bassa libido e in che modo la dieta cheto può contribuire a migliorarla.

Che cos’è la libido?

La libido è definita come il desiderio o il desiderio sessuale generale di una persona e può essere influenzata da fattori biologici, psicologici e sociali. Anche le scelte di vita, le condizioni mediche e alcuni farmaci possono influenzare la libido.

I disturbi del desiderio sessuale sono spesso sotto diagnosticati sia negli uomini che nelle donne perché non molte persone sono disposte a parlarne con il proprio medico. La perdita della libido può avere un impatto negativo sulla qualità della vita, specialmente in coloro che hanno una relazione sessualmente attiva.

Cause comuni di bassa libido

Menopausa

Molte donne in menopausa sperimentano la perdita della libido in una certa misura prima e dopo la menopausa [1]. Ciò è dovuto al calo dei livelli di estrogeni che può contribuire a ridurre il desiderio sessuale in molti modi. Ad esempio, alcune donne in menopausa evitano il sesso a causa del dolore dovuto alla secchezza vaginale.

Bassi livelli di estrogeni possono ridurre l’afflusso di sangue alla vagina e causare secchezza vaginale. Le donne in menopausa attraversano anche altri sintomi come stress, insonnia, depressione e problemi di controllo della vescica che possono anche ridurre il desiderio sessuale.

Bassa fiducia nell’aspetto

Uomini e donne che non si sentono felici per il loro aspetto possono provare un basso desiderio sessuale. Questo è più comune in coloro che sono in sovrappeso o obesi.

Testosterone basso

Il testosterone è un ormone maschile essenziale responsabile della produzione di sperma negli uomini. Livelli di testosterone inferiori a 240 nanogrammi per decilitro (ng / dL) possono ridurre la libido [2]. Alcune cause comuni di basso livello di testosterone sono l’invecchiamento, alcune condizioni mediche, lo stress e la dipendenza da alcol e droghe.

Livelli più elevati di esercizio di resistenza prolungato

Uno studio di sondaggio online trasversale del 2017 ha rilevato che livelli più elevati di allenamento prolungato di resistenza regolarmente erano significativamente associati a una minore libido negli uomini [3].

Alcuni farmaci

Alcuni farmaci possono abbassare il livello di testosterone che può contribuire a ridurre la libido. Esempi di medicinali che possono ridurre il testosterone includono corticosteroidi, morfina, ketoconazolo e trattamenti antitumorali.

Sindrome delle gambe senza riposo (RLS)

RLS è l’impulso incontrollabile di continuare a muovere le gambe, specialmente quando dormi. Ad esempio, uno studio del 2013 ha scoperto che gli uomini con RLS hanno maggiori probabilità di sviluppare disfunzione erettile rispetto a quelli senza sindrome delle gambe senza riposo [4].

Depressione e stress

Lo stress e la depressione possono avere un impatto negativo su tutti gli aspetti della tua salute. Alcune delle cause più comuni di depressione e stress includono problemi di relazione, separazione, divorzio, morte di una persona cara e fallimento professionale.

Coloro che sviluppano depressione cronica spesso smettono di mostrare interesse a partecipare alle loro attività preferite e possono anche avere un desiderio sessuale inferiore. Alcuni antidepressivi possono anche ridurre la libido.

Problemi di sonno

Coloro che hanno problemi di sonno cronici possono avere un desiderio sessuale inferiore a causa degli sbalzi d’umore, dello stress e della fatica associati a un sonno scarso.

Invecchiamento

I livelli di testosterone diminuiscono costantemente dopo i 30 anni e ciò può contribuire a ridurre il desiderio sessuale negli uomini.

Eccesso di alcol

Bere alcolici eccessivi è stato collegato alla riduzione della produzione di testosterone [5].

Keto aumenta la libido?

Ci sono molti modi in cui la dieta chetogenica può aiutare ad aumentare la libido. Uno di questi è quello di far sentire qualcuno a proprio agio con il proprio aspetto fisico. Un aumento della fiducia in se stessi può fare molto quando si tratta di desiderio sessuale. Di seguito sono riportati alcuni dei modi in cui la dieta cheto può aiutare ad aumentare la libido.

Vantaggi del cheto nella bassa libido

Ormoni sessuali

La sindrome dell’ovaio policistico è una malattia ormonale che colpisce milioni di donne in tutto il mondo ed è stata associata a bassa libido nelle donne. Uno studio del 2016 ha rilevato che la disfunzione sessuale era presente nel 62,5% dei pazienti con PCOS [6].

La dieta chetogenica ha dimostrato di avere un impatto positivo sulla sindrome dell’ovaio policistico.

I ricercatori hanno scoperto che le donne che hanno la PCOS tendono ad avere un microbioma meno diversificato rispetto alle donne che non ce l’hanno. Hanno concluso che il miglioramento della diversità del microbioma può aiutare a trattare la PCOS [7]. È stato scoperto che la dieta cheto ha un impatto positivo sul microbioma [8].

Un altro modo in cui la dieta cheto può aiutare a migliorare i sintomi della PCOS è migliorando la resistenza all’insulina.

Perdita di peso

Come affermato in precedenza, un semplice aumento della fiducia in se stessi può fare molto per quanto riguarda la libido. La perdita di peso può aiutare gli uomini e le donne a sentirsi bene con se stessi e aumentare la loro fiducia.

Uno dei benefici diffusi della dieta cheto è la perdita di peso. Molte persone in sovrappeso e obese hanno perso peso con successo con la dieta chetogenica. Ad esempio, uno studio del 2004 ha scoperto che la dieta chetogenica ha ridotto significativamente il peso e l’IMC nei pazienti obesi [9].

Energia

La fatica è una delle cause più comuni di bassa libido negli uomini e nelle donne. Un beneficio per la salute comune di cui parla la maggior parte dei chetoni è il miglioramento dei livelli di energia e la chiarezza mentale mentre si è a dieta cheto.

La dieta cheto può anche aiutare a migliorare le prestazioni fisiche che a loro volta possono aiutare ad aumentare il desiderio sessuale.

Alimenti Keto che possono aiutare a stimolare la libido

Gli alimenti che aiutano ad aumentare la libido sono noti come afrodisiaci. Ecco alcuni alimenti chetogeni che possono aiutare ad aumentare la libido:

Cioccolato fondente

È stato scoperto che il cioccolato rilascia feniletilamina e serotonina che producono effetti afrodisiaci e di sollevamento dell’umore [10]. Poiché lo stress e il cattivo umore sono associati a una bassa libido, il consumo regolare di cioccolato fondente può dare una spinta rilasciando la feniletilamina.

broccoli

I broccoli sono una ricca fonte di vitamina C e quindi possono aiutare ad aumentare la libido migliorando la circolazione del sangue agli organi sessuali.

Altri alimenti cheto-compatibili che possono aiutare a migliorare la libido sono:

  • Semi di zucca
  • Spinaci
  • salmone
  • Uova
  • sardine

Riferimenti

  1. Sarrel PM. Sessualità e menopausa. 1990 aprile – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/2179787/
  2. Laboratori della Mayo Clinic. Informazioni cliniche sul testosterone. ID test: TTFB Testosterone, totale, biodisponibile e gratuito, siero – https://www.mayocliniclabs.com/test-catalog/Clinical+and+Interpretive/83686
  3. Hackney AC et al. Allenamento di resistenza e libido sessuale maschile. Luglio 2017 – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28195945
  4. Li Y et al. Studio prospettico della sindrome delle gambe senza riposo e rischio di disfunzione erettile. Aprile 2013 – https://academic.oup.com/aje/article/177/10/1097/101065
  5. Rivier C. L’alcool abbassa rapidamente i livelli plasmatici di testosterone nel ratto: l’evidenza che una via neuronale gonadica può essere importante per una ridotta risposta testicolare alla gonadotropina. 1999 gennaio – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10029201
  6. Dashti S et al. Disfunzione sessuale nei pazienti con sindrome dell’ovaio policistico in Malesia. 2016 – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27644611
  7. Istituto Nazionale della Salute. Aggiornamento scientifico: il ripristino del microbioma intestinale può aiutare le donne con sindrome dell’ovaio policistico. Febbraio 2018 – https://www.nichd.nih.gov/newsroom/news/020218-PCOS
  8. Ma D et al. La dieta chetogenica migliora la funzione neurovascolare con microbioma intestinale alterato in giovani topi sani. Aprile 2018 – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5923270/
  9. Dashti HM, MD PhD et al. Effetti a lungo termine di una dieta chetogenica in pazienti obesi. 2004 – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2716748/
  10. Afoakwa EO. Consumo di cacao e cioccolato – Ci sono afrodisiaci e altri benefici per la salute umana? 2008 – https://works.bepress.com/emmanueloheneafoakwa/90/