Come contare i carboidrati nella dieta cheto?

Differenze tra carboidrati netti e carboidrati totali

Prima di stabilire quali sono le differenze tra i due tipi di carboidrati, devi prima capire qual è questo elemento. Ilcarboidrati o carboidrati sono uno dei macronutrienti presenti in diversi tipi di alimenti, come frutta, verdure amidacee, legumi, cereali, latticini o dolci.

Alcuni degli alimenti che sono stati menzionati in precedenza sono totalmente necessari per fornire una certa fonte di energia nel corpo. Tuttavia, mangiare una dieta cheto o a basso contenuto di carboidrati significa ridurre la quantità di questo nutriente per promuovere la perdita di peso e migliorare la salute.

Fortunatamente la quantità di carboidrati che deve essere consumata in questo tipo di dieta non è arbitraria, varia in base all’organismo e alle esigenze richieste. Sì, è vero che inizierai a visualizzare i cambiamenti nel momento in cui si riduce la quantità di carboidrati consumati.

Ora è molto più facile di prima perché in tutti i prodotti fabbricati puoi vedere l’elenco degli ingredienti insieme alle informazioni nutrizionali di ogni alimento. Questi numeri ti aiuteranno a conoscere la quantità esatta di carboidrati, oltre al contenuto di fibre, zucchero e sale (oltre ad altri tipi di contenuto nutritivo).

Differenze tra carboidrati netti e carboidrati totali

Gli esperti concordano fermamente sul fatto che le persone con gravi condizioni mediche (malattie come cancro o epilessia) dovrebbero seguire una dieta chetogenica per motivi terapeutici dal punto di vista medico e limitare il conteggio totale dei carboidrati a un importo minimo ogni giorno. Questa stretta aderenza deve essere seguita quotidianamente per garantire il massimo beneficio da livelli di chetoni più elevati.

La definizione esatta di “carboidrati totali” è la quantità totale di carboidrati che sono stati consumati in un giorno. Mentre i “carboidrati netti” sono la quantità di carboidrati che contiene un alimento ottenuto dopo aver sottratto le fibre e gli alcoli zuccherini (questa quantità viene sottratta perché l’organismo non è in grado di digerirla).

Pertanto, per la maggior parte delle persone, la formula di base è:

Carboidrati netti = carboidrati totali – fibra – alcoli di zucchero

Allo stesso modo, puoi aiutarti con un contatore di carboidrati per poter sviluppare questa formula. Attualmente, molte applicazioni includono questo tipo di account, quindi puoi tenere traccia di tutto ciò che stai consumando. I numeri sono esatti e i risultati non cambieranno se si continua con la stessa quantità di carboidrati.

Come dovrebbero essere distinti i cosiddetti carboidrati totali e carboidrati netti

Come già spiegato in precedenza, uno si distingue dall’altro perché la formula deve essere eseguita. Questi calcoli possono essere effettuati leggendo le etichette degli alimenti o calcolando le macro degli ingredienti nelle ricette che crei.

In conclusione, se stai seguendo una dieta chetogenica per ragioni mediche terapeutiche, è meglio iniziare con 20 carboidrati TOTALI al giorno. Allo stesso modo, tale importo sarebbe conveniente per combattere l’obesità o perdere peso, oltre a stabilizzare i livelli di insulina o adottare misure sanitarie preventive.

Tuttavia, è consigliabile continuare a controllare il livello di chetoni in modo da poter trovare la quantità ottimale di carboidrati e sapere se stai seguendo correttamente la dieta chetogenica o a basso contenuto di carboidrati.

D’altra parte, è assolutamente necessario leggere le informazioni nutrizionali e le etichette nutrizionali degli alimenti consumati, oltre a consultare il proprio specialista o medico di famiglia per i loro consigli prima di iniziare qualsiasi dieta.

I carboidrati più sani con una dieta cheto o a basso contenuto di carboidrati

Scegliendo i carboidrati più sani, mantieni il livello di zucchero nel sangue entro l’intervallo che fa bene al tuo corpo, fornendogli la quantità necessaria di vitamine e minerali importanti.

È vero che alcuni carboidrati sani possono essere aggiunti alla dieta per ottenere uno stile di vita di migliore qualità. Inoltre, i tuoi pasti saranno ancora una volta più sostenibili, divertenti, colorati e vari.

Alcune delle fonti più importanti di carboidrati che sono salutari con una dieta cheto o a basso contenuto di carboidrati possono essere i seguenti prodotti:

  • Broccoli
  • Cavolfiore
  • Cavolo o cavolo riccio
  • verdure a foglia verde
  • Asparago
  • Avocado
  • Noci di macadamia
  • Semi di zucca
  • lamponi

Principali vantaggi della limitazione della quantità di carboidrati

Una dieta a basso contenuto di carboidrati offre numerosi vantaggi, soprattutto per coloro che desiderano controllare regolarmente la glicemia e/o perdere peso facilmente:

  1. Riduzione del livello di zucchero nel sangue e insulina.
  2. Eliminazione delle cosiddette “voglie” di carboidrati.
  3. Migliore controllo dell’appetito e della quantità di cibo consumato.
  4. Trattieni più a lungo i pasti tra i pasti perché il tuo corpo si sente pieno e soddisfatto.