Carboidrati in fragole e altre informazioni nutrizionali

Come la maggior parte delle bacche, le fragole hanno pochi carboidrati. Una porzione da 100 g contiene in media circa 5-10 g di carboidrati netti, a seconda che siano nella loro forma intera o affettata. La stessa porzione ti darà anche circa 2 g di fibra e abbastanza vitamina C per aiutarti a soddisfare il fabbisogno giornaliero totale di questo nutriente.

Dato che le fragole sono così povere di carboidrati e anche nutrienti, sono uno dei pochissimi frutti che possono essere ammessi con una dieta a basso contenuto di carboidrati e chetogenica. Scopri di più sulle fragole, tra cui il loro profilo nutrizionale e i benefici per la salute di seguito.

Quanti carboidrati in fragole?

Le fragole contengono oltre il 90% di acqua, mentre la maggior parte del loro peso secco è costituito da carboidrati. Il numero esatto di carboidrati che otterrai dalle fragole dipenderà principalmente dalle dimensioni della porzione, ma anche dalla maturità della fragola. Una porzione tipica contenente 1 tazza di fragole a fette, coltivate commercialmente, ti darà circa 9 grammi di carboidrati netti [1].

La maggior parte di questi carboidrati netti nelle fragole sono zuccheri semplici, con glucosio e fruttosio come tipi predominanti. Il fruttosio non aumenta in modo significativo la glicemia e in piccole quantità non fa male alla salute. Le fragole contengono anche una moderata quantità di fibre, la maggior parte delle quali è di tipo insolubile [2]. La fibra insolubile aggiunge volume alle feci e ti aiuta a mantenerti regolare.

Tuttavia, gli studi dimostrano che i carboidrati nelle fragole possono variare notevolmente a seconda della maturità dei frutti [3, 4]. Più maturo è il frutto, maggiore è il suo contenuto di carboidrati. Saprai che una fragola ha più carboidrati per la sua dolcezza. Una bacca leggermente acerba è acerba e avrà meno carboidrati. Tuttavia, queste differenze sono molto piccole, quindi le fragole avranno sempre 5-7 g di carboidrati per 100 g di prodotti freschi.

Quante calorie in fragole?

Poiché le fragole sono principalmente acqua, forniscono pochissime calorie. Una porzione da 100 g di fragole intere ti darà solo 32 calorie, quasi tutte provenienti dalla piccola quantità di carboidrati in fragole. Una quantità esigua proviene da 0,7 g di proteine ​​e 0,3 g di grassi in questa porzione di fragole.

Essendo un alimento a basso contenuto calorico, le fragole sono perfette per perdere peso. Con una dieta cheto, combinando fragole ipocaloriche con un ingrediente ricco di grassi come la panna montata si ottiene un dessert chetogenico che può anche favorire la perdita di peso.

Valore nutrizionale delle fragole

Le fragole sono una buona fonte di fibre, con una porzione di 100 g che fornisce l’8% del valore giornaliero (DV) per questo nutriente. Questa porzione di fragole fornisce anche 59 mg di vitamina C, che è quasi il 100% del DV per questo importante nutriente e antiossidante. Per non parlare del fatto che forniscono anche una piccola quantità di vitamina K, acido folico e altre vitamine del gruppo B (meno del 5% di DV).

Quando si tratta di minerali essenziali, le fragole forniscono solo quantità trascurabili di calcio, ferro, magnesio, potassio, zinco e rame (1-4% DV). Sono ricchi solo di manganese, fornendo 0,4 mg o il 19% del DV per questo minerale. Il manganese è importante per una vasta gamma di funzioni come la formazione ossea, l’assorbimento del calcio e il metabolismo dei carboidrati, solo per citarne alcuni.

Tutto sommato, le fragole non possono essere considerate un alimento ricco di nutrienti. Tuttavia, sono una buona fonte di fibre, vitamina C e manganese. Contribuiranno alle esigenze quotidiane di altri nutrienti, ma in piccola parte.

Informazioni nutrizionali – Fragole crude 100g

calorie 32

Carboidrati totali 7.7g

Fibra 2.0g

Totalmente grasso 0.3g

Proteina 0.7g

VITAMINE

Vitamina A 12IU

Vitamina C 58.8mg

Vitamina B6 0mg

Folato 24mcg

MINERALI

Manganese 0.4mg

Selenio 0.4mcg

Puoi mangiare fragole con la dieta chetogenica?

Sì, sicuramente. Le fragole sono un frutto a basso contenuto di carboidrati perché contengono meno di 10 g di carboidrati netti per 100 g. Sono uno dei frutti di dieta cheto più frequentemente raccomandati proprio per questo motivo. Un altro motivo per cui le fragole ti fanno bene sul cheto è il loro alto contenuto di vitamina C. La vitamina C è difficile da ottenere con una dieta a basso contenuto di carboidrati se non la pianifichi attentamente.

Le fragole e altre bacche insieme a verdure a basso contenuto di carboidrati come spinaci, sedano, cavoli e cetrioli possono anche aiutare ad aumentare l’assunzione di fibre nella dieta chetogenica. Poiché anche la dieta cheto è povera di carboidrati, può essere difficile ottenere abbastanza fibre. Includere un sacco di alimenti vegetali a basso contenuto di carboidrati nel tuo piano alimentare keto-friendly può aiutare con questo.

Benefici per la salute delle fragole

Tutte le bacche sono importanti fonti di composti che, pur non contribuendo direttamente alla nutrizione, esercitano un impatto positivo sulla salute umana. Questi composti sono spesso indicati come antiossidanti e includono una vasta gamma di sostanze fitochimiche. Tuttavia, alcuni nutrienti funzionano anche come antiossidanti. Gli antiossidanti sono composti che prevengono il danno delle cellule causato dai radicali liberi e, in questo modo, prevengono gli stati patologici.

Le fragole, in particolare, sono ricche di sostanze chimiche antiossidanti come la vitamina C e i fitochimici acido ellagico, antociani, quercetina e catechina [5]. I ricercatori ritengono che questi composti aiutino a prevenire lo stress ossidativo e le sue conseguenze come infiammazione, iperglicemia e cancro. Altri notevoli benefici degli antiossidanti alla fragola includono:

Prevenzione dell’aterosclerosi

L’aterosclerosi è un indurimento delle arterie causato da lipidi del sangue squilibrati. È un noto fattore di rischio per infarto e ictus che può essere prevenuto con cambiamenti nella dieta e nello stile di vita. Uno studio su persone con sindrome metabolica ha scoperto che il consumo di fragole migliora i lipidi nel sangue e, in questo modo, riduce il rischio di aterosclerosi [6].

Sollievo dal dolore

Uno studio pubblicato su adulti obesi con osteoartrosi del ginocchio ha scoperto che le fragole riducono l’infiammazione e il dolore al ginocchio [7]. Ciò potrebbe significare che le fragole potrebbero agire da antidolorifico naturale. Il loro effetto sull’infiammazione e successivamente sul dolore può essere molto probabilmente dovuto al suo potente contenuto di antiossidanti.

Stato di folati migliorato

Le fragole contengono una modesta quantità di folati. Ma nonostante ciò, uno studio del 2009 ha scoperto che queste bacche possono aiutare a migliorare lo stato dei folati se consumate regolarmente [8]. Il folato è un tipo di vitamina B che è importante nella prevenzione dell’anemia, dei difetti alla nascita e nella normale produzione di DNA. La carenza di folati è abbastanza comune, quindi è una buona idea prestare particolare attenzione all’assunzione di questo nutriente.

Come mangiare fragole su Keto?

Le fragole sono un frutto piuttosto versatile, quindi ci sono molti modi per incorporarle nella tua dieta cheto. Considera i seguenti suggerimenti per aggiungere fragole ai tuoi pasti cheto:

1. Prepara i frullati

Ci sono centinaia di ricette di frullati keto-friendly là fuori che includono fragole. Puoi mescolare queste bacche con yogurt, avocado, burro di noci o latte di mandorle. Assicurati di usare i dolcificanti cheto o, ancora meglio, lascia che le fragole addolciscano il tuo frullato.

2. Fragole e panna

Questo è un semplice classico dei vecchi tempi che tutti conosciamo e amiamo. Assicurati di addolcire la crema con un dolcificante a basso contenuto di carboidrati e sentiti libero di aggiungere l’estratto di vaniglia o qualsiasi altro aroma di tuo gradimento.

3. Fragole con yogurt greco

Per un pranzo veloce, uno spuntino o una colazione, aggiungi le fragole a una tazza di yogurt greco. Opzionalmente, puoi cospargere questo yogurt con alcuni semi di lino, semi di chia, cannella o sciroppo d’acero senza zucchero. È un modo semplice per ottenere proteine ​​sazianti insieme ai benefici per la salute delle fragole.

Conclusione

Le fragole hanno sicuramente il loro posto in una dieta cheto. Forniscono circa 5 g di carboidrati netti per 100 g nella loro intera forma e sono anche una buona fonte di fibre, vitamina C, manganese e persino acido folico. I ricercatori hanno anche scoperto che le fragole hanno molti potenti fitochimici che potrebbero aiutarti a evitare le malattie croniche se fai fragole (e altre bacche) il tuo alimento quotidiano.

Assicurati di tenere traccia dell’assunzione di macro quando aggiungi qualsiasi cibo contenente carboidrati ai tuoi pasti quotidiani, comprese le fragole. Le fragole possono comunque contribuire all’apporto giornaliero di carboidrati, soprattutto se mangi più di una tazza. È meglio aggiungerli a diversi pasti di cheto per evitare di mangiare troppo sulle fragole mentre si mangiano abbastanza grassi e proteine.