5 modi in cui l’aceto di mele può aiutare la dieta chetogenica

L’aceto di mele (ACV) è un condimento popolare spesso pubblicizzato come cibo miracoloso. Dal contenimento dell’appetito alla combustione dei grassi, alla riduzione del rischio di cancro e alla prevenzione del diabete, può sembrare che l’ACV possa fare tutto. E per coloro che seguono una dieta chetogenica, queste affermazioni esatte hanno suscitato interesse per questo particolare ingrediente.

Desideroso di sapere se e in che modo ACV può aiutarti su keto. Esploreremo la ricerca dietro i presunti benefici per la salute di ACV, compresi i 5 modi in cui può aiutare la tua dieta cheto.

Che cos’è l’aceto di mele?

In breve, ACV è aceto a base di succo di mela fermentato. Fare ACV comporta un processo in due fasi. In primo luogo, il lievito viene aggiunto al succo di mela, che fermenta il suo sidro producendo zucchero. Successivamente, i batteri presenti in natura nelle mele ossidano l’etanolo dal sidro in acido acetico [1].

Questo processo produce un prodotto composto da 94-95% di acqua e 5-6% di acido acetico [2]. L’ACV contiene anche tracce di altri acidi, come gli acidi malici, oltre a numerosi minerali. Tuttavia, ACV non è una delle principali fonti di fibre o altri nutrienti. Piuttosto, i suoi benefici per la salute sono derivati ​​da acidi e sostanze fitochimiche.

L’aceto è in uso da molto tempo nella storia umana, probabilmente anche nel periodo babilonese [2]. Anche allora, la gente lo usava per scopi medici. Ippocrate lo usò per gestire le ferite, mentre Sung Tse (il creatore della medicina legale) suggerì di lavarsi le mani con aceto per evitare l’infezione durante le autopsie.

Gli scritti medici storici mostrano anche che l’aceto era usato per trattare gonfiore, eruzione cutanea da edera velenosa, tosse secca, mal di stomaco e glicemia alta, tra molti sintomi. Al giorno d’oggi, ACV è usato in cucina e come rimedio domestico.

In cosa differisce dagli altri aceti?

L’ACV sembra essere più popolare di altri tipi di aceto e la maggior parte delle indicazioni sulla salute dell’aceto sembrano riferirsi a questo particolare tipo di aceto. Ti sei mai chiesto perché?

Molto semplicemente, la popolarità di ACV ha davvero molto a che fare con il suo gusto delicato e il prezzo a basso costo. Inoltre, poiché la maggior parte degli ACV è prodotta attraverso un processo più naturale rispetto, per esempio, agli aceti distillati o industriali, tende ad essere una scelta più attraente per coloro che cercano un rimedio casalingo.

Ma come si confronta l’ACV con altri aceti a fermentazione naturale come riso, balsamico, vino e canna da zucchero in termini di benefici per la salute? Secondo una vasta rassegna di aceti, la maggior parte offre alcuni benefici per la salute [3]. Tuttavia, l’ACV sembra distinguersi in base ai suoi effetti sulla glicemia, sui lipidi nel sangue e sulla perdita di peso (o almeno è quello che mostrano gli studi).

L’aceto di mele è ammesso su Keto?

Sì, l’ACV è sicuramente consentito con una dieta cheto! Dopotutto, è semplicemente un condimento a basso contenuto di carboidrati. Un cucchiaio fornisce solo 0,1 g di carboidrati insieme a una piccola dose di diversi minerali e sostanze fitochimiche.

Un altro motivo per includere ACV nella tua dieta cheto è per i benefici per la salute. Sia la dieta cheto che l’ACV hanno un impatto simile sulla salute, come i loro effetti favorevoli sui livelli di glucosio nel sangue. È stato scoperto che l’acido acetico nell’ACV rallenta la degradazione degli amidi e fornisce un rilascio più graduale di glucosio nel sangue [4]. In effetti, una revisione degli studi clinici ha concluso che l’aggiunta di aceto alla dieta per un periodo di 8-12 settimane ha comportato una piccola (ma significativa) riduzione della media HbA1c, un indicatore del controllo glicemico a lungo termine [4].

Negli studi sugli animali, è stato scoperto che l’ACV aiuta a prevenire l’accumulo di grasso, aumentando al contempo l’espressione dei geni responsabili della combustione dei grassi [5]. Tuttavia, studi umani simili non sono stati sviluppati e gli studi che hanno esaminato gli effetti dell’assunzione di aceto sul peso nell’uomo erano generalmente di qualità inferiore [6]. Tuttavia, l’aggiunta di ACV alla tua dieta cheto può aiutarti a entrare nella chetosi e raccogliere i benefici per la salute del consumo di carboidrati.

5 motivi per usare l’aceto di mele con una dieta cheto

Nel caso in cui tu abbia bisogno di più convincenti, ecco 5 motivi per iniziare a includere più ACV nel tuo programma settimanale di dieta cheto:

1. Per un migliore controllo della glicemia

Come abbiamo già appreso, l’ACV può avere un impatto positivo sui livelli di glucosio nel sangue. Molte persone che seguono una dieta cheto lo fanno per tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue o gestire meglio il diabete. Poiché la dieta cheto è una dieta a basso contenuto di carboidrati, richiede meno insulina in risposta alla glicemia circolante.

L’ACV può aumentare ulteriormente questo effetto. Gli studi dimostrano che l’assunzione di aceto può ridurre i livelli di glucosio nel sangue e la conseguente risposta all’insulina dopo i pasti [7]. Questo effetto sembra essere attribuito in gran parte all’acido acetico, poiché rallenta la digestione. Tuttavia, anche l’acido acetico rallenta la produzione di glucosio a digiuno [8].

Uno studio condotto su 12 pazienti diabetici ha confrontato l’aceto con il placebo nei loro effetti sull’assorbimento di glucosio nel sangue nei muscoli [8]. Questo studio ha scoperto che l’aceto ha aumentato l’assunzione di glucosio rispetto al placebo, suggerendo forse che l’aceto può migliorare la sensibilità all’insulina. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per sapere se l’aceto è davvero un ingrediente miracoloso quando si tratta di metabolismo del glucosio e gestione della glicemia, o se questo è stato semplicemente un colpo di fortuna [4].

2. Per il supporto dell’appetito

Kourtney Kardashian giura per ACV nell’aiutare a frenare la fame mentre digiuna a intermittenza. Poiché ACV rallenta la digestione; porta a un rilascio più favorevole di glucosio nel sangue e migliora i livelli complessivi di glucosio nel sangue, ha senso che potrebbe anche aiutare a controllare l’appetito.

Gli ormoni dell’appetito sono parzialmente mediati dall’insulina e dai livelli di glucosio nel sangue. Sono anche controllati dalla velocità della digestione. Tuttavia, uno studio su soggetti di peso normale e sani ha scoperto che l’ACV potrebbe ridurre l’appetito semplicemente provocando la nausea [9].

3. Per la perdita di peso

Come abbiamo già appreso, l’aceto regola in modo eccessivo l’ossidazione dei grassi nei topi. Uno studio simile sulle cellule epatiche umane ha scoperto che l’acido acetico dell’aceto di melograno ha avuto un effetto simile [10]. Anche se questo sembra promettente, le prove non sono abbastanza forti da dire con certezza che il consumo di ACV ti metterà automaticamente in modalità brucia grassi.

Indipendentemente da ciò, la promessa è lì e il consumo di ACV con una dieta cheto sicuramente non ostacolerà i tuoi progressi. Può anche aiutare a frenare l’appetito e offrire ulteriore supporto di glucosio nel sangue, entrambi importanti per la perdita di peso e il controllo dell’appetito.

4. Per la salute cardiovascolare

I principali driver di malattie cardiovascolari (come la malattia coronarica e l’aterosclerosi) sono livelli elevati di colesterolo LDL, trigliceridi e infiammazione.

Secondo uno studio su topo, ACV può combattere tutti e tre questi per una migliore salute cardiovascolare [11]Questo studio ha confrontato gli effetti dell’acido acetico puro con l’aceto e ha concluso che entrambi hanno contribuito a ridurre la fame e il peso. Tuttavia, ha scoperto che solo l’aceto riduceva i lipidi e l’infiammazione del sangue. Ciò significa che i composti diversi dall’acido acetico nell’aceto devono essere responsabili di questi effetti e quei composti sono molto probabilmente polifenoli. I polifenoli sono composti vegetali che non sono nutrienti ma esercitano azioni antinfiammatorie e antiossidanti.

5. Per combattere batteri e virus

Poiché l’ACV è acido, può uccidere batteri, funghi e forse anche virus. Gli acidi distruggono le membrane di questi microrganismi, così come i composti altamente alcalini. Tuttavia, i ricercatori ritengono che ciò possa essere parzialmente attribuito ai polifenoli nell’ACV [12].

Gli studi hanno scoperto che l’ACV può essere efficace contro E. coli, S. aureus, Candida e persino i batteri che causano la tubercolosi [13]. Uno studio ha anche scoperto che pulire le superfici con aceto di malto ha distrutto completamente il virus dell’influenza [14]. L’ACV potrebbe probabilmente fare lo stesso, ma suggeriamo di usare l’aceto bianco o di malto normale per questo scopo e di salvare l’ACV a scopo di cottura.

Modi per utilizzare l’aceto di mele su Keto

Se non sei abituato ad usare l’ACV e hai bisogno di idee su come incorporarlo nella tua nuova dieta, ecco alcuni dei più popolari usi keto-friendly per l’ACV:

Prepara una bevanda “disintossicante”

Ad alcune persone piace aggiungere un cucchiaio di ACV a un bicchiere d’acqua al mattino. Sebbene non possiamo garantire che “disintossicherà” il tuo sistema (il fegato e i reni lo fanno da soli proprio bene!), Può aiutare a stimolare la digestione. Per un gusto più interessante, puoi aggiungere altri gustosi ingredienti ricchi di antiossidanti come cannella, zenzero, curcuma o succo di limone.

Aggiungilo ai condimenti per insalata

L’ACV ha un gusto delicato e dolce che si abbina bene a molte condimenti per insalata, tra cui vinaigrette, condimenti a base di yogurt e Cesare. La varietà non filtrata di ACV che contiene la “madre” ha un gusto più complesso che probabilmente troverai seducente.

Usalo per le marinate

Marinare pollo e pesce con ingredienti acidi non solo esalta i sapori, ma rende anche la carne più tenera. L’ACV può essere un buon sostituto del succo di limone per le marinate di frutti di mare ed è un sostituto del cheto limone particolarmente buono con meno carboidrati.

Aggiungilo alle patate fritte

Le salse agrodolci di solito includono l’aceto come ingrediente. Puoi sostituire l’aceto di riso con ACV in queste ricette.

Non esagerare

L’ACV è acido e gli ingredienti acidi possono danneggiare lo smalto dei denti e turbare lo stomaco se si consuma troppo. Un paio di cucchiai al giorno non dovrebbero essere un problema, ma andare in mare costantemente causerà sicuramente dei problemi. C’è anche un caso segnalato di una donna che ha sviluppato ipopotassiemia (basso livello di potassio nel sangue) e osteoporosi dopo aver assunto un bicchiere di ACV ogni giorno per 6 anni [15]. Tuttavia, se segui una quantità ragionevole di ACV, non devi preoccuparti di effetti collaterali come questo.

I migliori marchi di aceto di mele sul mercato

L’aceto di mele è prodotto attraverso fermentazione selvaggia e fermentazione con lievito. Sebbene la maggior parte delle marche di ACV siano filtrate e pastorizzate, alcune sono crude e non filtrate. Le varietà crude e non filtrate sono più nuvolose e possono sviluppare quella che è conosciuta come la “madre”, che è una colonia di batteri e lieviti di acido acetico. Questa struttura è completamente innocua e alcuni credono addirittura che abbia benefici per la salute.

Quale tipo di ACV dovresti scegliere – grezzo o filtrato – dipende da te. Alcuni studi dimostrano che la “madre” contiene composti benefici che possono aumentare ulteriormente gli effetti sulla salute dell’ACV [16]. Di seguito sono riportati alcuni marchi organici ACV da considerare:

  • BRAGG Aceto di mele crudo biologico – Probabilmente l’ACV biologico più conosciuto sul mercato in questo momento.

  • EDEN aceto di mele biologico

  • Aceto di sidro di mele biologico Vitacost

  • Aceto di sidro di mele biologico Fleischmann

  • Aceto di sidro di mele biologico Dynamic Health con madre

Conclusione

L’aggiunta di ACV alla dieta cheto può aiutare con il supporto di glucosio nel sangue, la fame e la combustione dei grassi. Ci sono anche prove che l’ACV ha un impatto complessivamente positivo sulla salute, prevenendo malattie e infezioni croniche. Mentre sono certamente necessari ulteriori studi per sapere fino a che punto ciò sia vero, l’aggiunta di ACV alla dieta cheto non dovrebbe causare alcun danno, soprattutto se si mantiene l’assunzione moderata.

Mentre tutti gli ACV possono fornire i benefici per la salute dell’acido acetico, gli ACV organici con “coltura madre” possono contenere più composti bioattivi che forniscono benefici antiossidanti e antinfiammatori. L’ACV può anche aiutarti ad entrare nella chetosi più velocemente e più facilmente perché porta ad una migliore risposta della glicemia. Tuttavia, questi effetti sono probabilmente solo lievi, quindi non fare affidamento esclusivamente sull’ACV per questi benefici.