10 fatti sulle bevande chetoniche: efficacia, rischi e benefici

Le bevande chetoniche sono integratori che contengono chetoni esogeni e vengono venduti come scorciatoia per raggiungere la chetosi nutrizionale anche durante la presenza di glucosio nel sangue. Il tuo corpo di solito attraversa lo stato di chetosi quando i chetoni vengono prodotti a seguito di una dieta povera di carboidrati, di digiuno o di fame. La chetosi ha dimostrato di avere molti benefici per la salute tra cui perdita di peso, miglioramento delle prestazioni fisiche e cognitive. Le bevande chetoniche sono spesso destinate agli atleti e a coloro che praticano allenamenti intensi.

Quali sono le bevande chetoniche?

Il tuo corpo ha usato il glucosio come fonte di energia primaria in tutti questi anni. Ora quando improvvisamente lo privi di glucosio in situazioni come il digiuno, la fame o quando pratichi una dieta a basso contenuto di carboidrati come la dieta chetogenica, il tuo cervello alla fine costringerà il tuo corpo a utilizzare gli acidi grassi immagazzinati per il carburante. Lo fa convertendo gli acidi grassi in composti organici noti come corpi chetonici. Il processo di metabolizzazione dei chetoni da parte dell’organismo per l’energia è noto come chetosi [1]. Raggiungere lo stato di chetosi attraverso la dieta chetogenica è noto come chetosi nutrizionale.

Il corpo chetonico primario coinvolto nella chetosi si chiama beta-idrossibutirrato. È stato scoperto che i corpi chetonici producono adenosina trifosfato (ATP) rispetto al glucosio, che è uno dei motivi per cui viene spesso definito “supercarburante”.

Gli atleti e coloro che praticano allenamenti intensi spesso cercano modi per aumentare i loro livelli di energia e prestazioni attraverso bevande energetiche, integratori e barrette energetiche. Questo motivo, insieme all’enorme crescita della dieta chetonica nel corso degli anni, ha dato vita a bevande chetoniche.

Come detto sopra, i corpi chetonici sono prodotti naturalmente dal tuo corpo quando sta per esaurire i carboidrati per qualsiasi motivo. Questi sono chiamati chetoni endogeni perché di solito sono prodotti all’interno del tuo corpo.

Bevande e integratori di chetoni come esteri e sali di chetoni sono noti come chetoni esogeni perché sono artificiali e prodotti al di fuori del tuo corpo. Sono commercializzati e venduti con l’affermazione che possono mettere il tuo corpo in chetosi nel giro di poche ore anche se c’è del glucosio nel sangue. Anche le bevande chetoniche e altri integratori chetonici esogeni offrono gli stessi benefici per la salute che i chetoni endogeni hanno dimostrato di fornire.

Come funzionano le bevande chetoniche?

Marchi diversi hanno affermazioni diverse su come funzionano le loro bevande e integratori chetonici, ma se c’è una cosa comune nella maggior parte di loro è che le loro bevande chetoniche sono dichiarate aumentare il livello di beta-idrossibutirrato nel sangue.

Ma prima di discuterne, è importante menzionare qui che ci sono due tipi principali di chetoni esogeni: esteri di chetoni e sali di chetoni.

Esteri chetonici:

Questi sono noti come chetoni grezzi che possono essere rapidamente metabolizzati dal fegato per essere utilizzati come carburante. Il loro uso negli integratori chetonici esogeni è limitato a causa del loro sapore sgradevole. Tuttavia, gli esteri chetonici hanno una ricerca più valida che conferma le loro affermazioni.

Sali di chetoni:

Questi sono chetoni esogeni (spesso BHB) legati al sale e agli elettroliti per migliorare il gusto e l’assorbimento. I sali chetonici sono utilizzati nella maggior parte delle bevande e degli integratori chetonici esogeni.

Beta-idrossibutirrato (BHB)

Come discusso in precedenza, il beta-idrossibutirrato è uno dei principali corpi chetonici che il tuo corpo produce in assenza di glucosio. Bhb è anche accreditato per molti dei benefici per la salute associati alla chetosi. Un documento di ricerca del 2018 afferma che 100 g di glucosio producono fino a 8700 grammi di ATP (adenosina trifosfato) mentre 100 g di bhb possono produrre fino a 10 500 grammi di ATP [2].

L’ATP è noto come un vettore di energia primaria coinvolto in molte funzioni cellulari [3]. Poiché è stato scoperto che il BHB produce più ATP del glucosio, questo è probabilmente il motivo principale per cui le bevande chetoniche sostengono che possono ottimizzare le prestazioni perché contengono bhb.

Quando dovrei prendere le bevande chetoniche?

Ogni marchio avrebbe le sue istruzioni su quando, come e quanto assumere i suoi integratori chetonici esogeni. Tuttavia, in generale, è meglio consumare bevande chetoniche 30 minuti prima dell’esercizio fisico, al mattino o quando si viaggia. Inoltre, di solito puoi prendere le bevande chetoniche in acqua o qualsiasi bevanda a basso contenuto di carboidrati come acqua di cocco, latte di mandorle, caffè e frullati.

10 chetoni bevono fatti scientifici

1: il chetone estere e i sali di chetone (bevande chetoniche) non sono gli stessi.

Sebbene sia estere che sali siano chetoni esogeni (prodotti all’esterno del corpo), gli esteri chetonici sono chetoni grezzi (beta-idrossibutirrato) mentre le bevande chetoniche hanno sali chetonici che hanno una combinazione di BHB, sodio, magnesio, potassio e calcio. Il motivo principale per cui gli esteri chetonici sono evitati è quello del loro sapore sgradevole.

2: Le bevande chetoniche possono avere più ATP.

Come discusso sopra, si dice che il beta-idrossibutirrato corporeo chetonico (bhb) abbia più ATP del glucosio. Poiché la maggior parte delle bevande chetoniche ha il bhb come ingrediente principale, ciò potrebbe significare che possono aumentare il livello di ATP nel corpo che a sua volta può massimizzare le prestazioni.

3: può aiutare a raggiungere la chetosi.

Uno studio del 2016 condotto su ratti ha scoperto che i chetoni esogeni possono aiutare a raggiungere la chetosi [4]. In questo studio di 28 giorni, i ratti hanno ricevuto una dose giornaliera di 5-10 g / kg di uno dei cinque integratori chetonici a cui sono stati assegnati. I risultati hanno rivelato che la somministrazione di integratori chetonici ha aumentato rapidamente i livelli di chetoni nel sangue senza alcuna limitazione dietetica.

4: può sopprimere l’appetito.

È stato scoperto che i chetoni possiedono proprietà di soppressione dell’appetito, che è uno dei benefici della dieta cheto perché aumenta naturalmente i chetoni. Uno studio del 2018 ha scoperto che l’aumento dei chetoni tramite bevande chetoniche può sopprimere direttamente l’appetito [5]. In questo studio, 15 partecipanti con peso normale hanno seguito un digiuno durante la notte e quindi hanno consumato 1,9 kcal / kg di bevanda con estere chetonico o bevanda con destrosio isocalorico. Entrambe le bevande avevano lo stesso gusto, colore e volume.

I risultati hanno rivelato che il consumo di bevande chetoniche ha aumentato il livello di chetoni nel sangue (BHB) da 0,2 a 3,3 mM dopo 60 minuti. DEXT ha aumentato il livello di glucosio nel sangue tra 30-60 minuti. La bevanda a base di estere chetonico ha inoltre ridotto significativamente l’appetito 1,5 ore dopo il consumo rispetto a DEXT.

5: può aiutare con l’influenza cheto.

Molte persone sperimentano l’influenza chetonica sulla dieta chetogenica a causa della sospensione improvvisa di carboidrati e della perdita di elettroliti. Questi sintomi possono includere nebbia cerebrale, vertigini, affaticamento, mal di testa, vomito e irritabilità. Come affermato in precedenza, i sali chetonici sono generalmente prodotti con beta-idrossibutirrato ed elettroliti come sodio, potassio e magnesio. Questo è uno dei motivi per cui molte bevande sportive menzionano elettroliti sull’etichetta. Poiché le bevande chetoniche contengono questi elettroliti, possono aiutare a ridurre i sintomi dell’influenza chetonica.

Ad esempio, in uno studio del 2018, sei partecipanti sani hanno ricevuto 0,5 g / kg di integratore di sale chetonico bhb con sodio e calcio. Lo studio ha scoperto che c’era un aumento significativo del livello di chetoni nel sangue tra 2,5-3 ore dopo il consumo. C’era anche una notevole differenza nel livello degli elettroliti [6].

6: può migliorare le prestazioni.

Come affermato in precedenza, le bevande chetoniche possono aumentare le prestazioni di esercizio negli atleti aumentando il livello di ATP tramite beta-idrossibutirrato. Un documento di ricerca del 2017 conclude anche che i chetoni esogeni possono migliorare le prestazioni durante l’esercizio fisico, specialmente in individui allenati [8].

7: funzione cognitiva

Uno dei noti benefici della dieta chetogenica è che può migliorare la funzione cognitiva principalmente a causa dell’elevato livello di beta-idrossibutirrato. Tenendo presente questo, anche le bevande chetoniche possono aiutare a migliorare le prestazioni cognitive.

8: Ritorna alla chetosi.

Se cadi in preda a occasionali cheat day sulla dieta chetogenica e / o se hai bisogno di consumare alcuni carboidrati extra per esercizi di resistenza, consumare bevande chetoniche può rendere più facile tornare alla chetosi.

9: può essere un’alternativa per coloro che non sono in grado di praticare il cheto.

Alcune condizioni di salute possono rendere impossibile la dieta chetogenica. Le bevande chetoniche possono aiutare a raccogliere alcuni dei benefici della chetosi in questi casi.

10: Può aiutare con il digiuno intermittente.

Molte persone che seguono la dieta chetogenica praticano il digiuno intermittente. Le bevande chetoniche esogene sono sicure da consumare per un po ‘di energia durante il digiuno intermittente perché non aumentano i livelli di glucosio.

Bevande chetoniche: pro e contro

I pro:

Ideale per gli atleti e coloro che eseguono allenamenti ad alta intensità.

I chetoni esogeni sono principalmente rivolti agli atleti e a coloro che praticano allenamenti intensi su base regolare. La maggior parte degli studi condotti su chetoni esogeni afferma che aumentano i livelli di chetoni e migliorano le prestazioni. Quindi, coloro che rientrano in questa categoria hanno maggiori probabilità di beneficiare delle bevande chetoniche.

Adatto a coloro che non sono in grado di praticare la dieta cheto.

Come affermato in precedenza, alcune persone non possono praticare la dieta chetogenica a causa di determinate condizioni di salute e le bevande chetoniche potrebbero essere un’alternativa per indurre la chetosi in tali casi. Sono necessarie ulteriori prove per confermare ciò, ma vale la pena menzionare la possibilità.

Rimbalzo veloce dopo una giornata imbroglione.

Poiché la maggior parte degli integratori chetonici esogeni affermano di indurre la chetosi senza la necessità di seguire la dieta cheto, coloro che praticano la dieta potrebbero trovarla utile nei trucchi occasionali.

Gusto migliore degli esteri chetonici.

Poiché le bevande chetoniche contengono sali chetonici, di solito hanno un sapore molto migliore rispetto agli esteri chetonici.

I contro:

La chetosi e la chetosi nutrizionale non sono le stesse.

Molte delle indicazioni sulla salute attribuite ai chetoni esogeni sono riferite ai benefici per la salute della dieta chetogenica o degli esteri chetonici. Elevare il livello di chetoni nel sangue non è la stessa cosa che raggiungere la chetosi nutrizionale.

Mancanza di prove

Tenendo presente il punto precedente, vi è una notevole mancanza di prove relative ai sali chetonici rispetto agli esteri chetonici. Si può dire che entrambi aumentano i chetoni nel sangue, ma gli esteri chetonici sono ancora considerati come chetoni puri e hanno fatto ulteriori ricerche su di essi.

Prove contraddittorie

Uno studio del 2017 condotto su maschi adulti sani ha scoperto che i sali chetonici aumentavano l’ossidazione dei grassi ma compromettevano le prestazioni dell’esercizio ad alta intensità [7]. In questo studio, dieci uomini adulti sani sono venuti al laboratorio a digiuno e hanno consumato 0,3 g / kg di beta-idrossibutirrato tramite sali chetonici o un placebo corrispondente al sapore 30 minuti prima dell’esercizio ciclistico. Hanno scoperto che i livelli di chetoni nel sangue aumentavano rispetto al basale e l’ossidazione dei grassi era anche più significativa del controllo. Tuttavia, la potenza media della prova a cronometro era inferiore del 7% nel gruppo del sale chetonico.